LA VILLA

Villa Montecatini Camaiore - Resort storico con piscina per vacanze tra la Versilia e Lucca

Stemma della famiglia Montecatini di Lucca
Stemma della famiglia Montecatini di Lucca

LA STORIA

La Guest House Villa Montecatini Camaiore – Villa storica per vacanze sulla via Francigena, si inserisce nella fascia pedemontana della valle del  Lucese, caratterizzata dai rilievi montuosi e dai poggi del monte Prana che si dispongono a raggiera attorno alla sottostante valle di Camaiore.

La valle di Camaiore era già abitata in epoca romana e successivamente si è sviluppata in conseguenza dei traffici prodotti dalla Via Francigena.

La Via Francigena è la strada più importante dell’italia medievale, è il collegamento tra i punti della grande spiritualità cristiana: Canterbury, Compostela, Roma e Gerusalemme.

Oggi è meta prediletta dei turisti amanti della spiritualità e della natura che possono ristorarsi nella piscina della villa prima di riprendere il loro pellegrinaggio.

Per i luoghi attraversati dal suo tracciato, il fenomeno del pellegrinaggio riveste un’importanza socio-economica che  va oltre il semplice aspetto religioso, lungo il suo percorso si svilupparono borghi, chiese, pievi e cattedrali che rappresentavano luoghi di incontro e scambio culturale e commerciale.

Il paese di Nocchi nasce nel 818 con la costruzione della chiesa di S. Pietro in Noccles, e proprio all’interno del frantoio adiacente la villa esiste una vasca in marmo con faccia di elfo databile intorno all’anno 1200 che si suppone fosse la base di una fontana posta al centro dell’abitato dell’epoca.

La villa Montecatini è stata edificata nel XIV secolo, nelle carte Mansi del 1400 esiste già la  planimetria esterna della villa come si può vedere oggi.

Dalla costruzione (1300- 1400) di proprietà della famiglia Malpigli di Lucca, diventa di proprietà della famiglia Montecatini quando ai primi del secolo XVIII, esauritasi la discendenza genealogica di questa casata, i marchesi di Montecatini antica famiglia nobiliare lucchese, essendo eredi testamentari dell’ultimo Malpigli, acquisirono come eredità la villa di Nocchi.

I MONTECATINI E I GRAZIANI

Agli inizi del XIX secolo la villa era ancora di proprietà della famiglia Montecatini e precisamente di Giovanni Lorenzo di Nicolao Montecatini; quest’ultimo per essere sopraffatto di numerosi debiti venne espropriato della villa con decreto ducale del 1818.

In quegli anni assume sempre maggiore importanza nel ducato di Lucca un’altra fmiglia nobiliare locale: i Graziani. Sembra che nel 1800 un Graziani fosse segretario generale del governo del regno di Toscana.

La carta topografica del catasto ottocentesco datata 1867 indica “ villa Montecetini oggi Graziani”, il passaggio di proprietà avvenne tra il 1818 ed il 1867.

La perizia in primo luogo registra a Giacomo di Luigi Graziani il possesso della villa.

Nel 1869 come da catastale sez. L la villa apparteneva a graziani Giacomo fu Luigi.

Nel XIX secolo la zona della valle di Camaiore era molto ambita dalle famiglie nobiliari per il clima favorevole e per la possibilità di sviluppare aziende agricole, in quel periodo le propaggini di Camaiore in particolare Nocchi e La Pieve appartenevano ai Graziani che vi avevano impiantato solide aziende agricole

Nel 1800 tutte le ville di Nocchi appartenevano alla famiglia Graziani che molto numerosa ha poi negli anni separato le proprietà tra i vari rami.

Stemma della famiglia Graziani di Lucca
Stemma della famiglia Graziani di Lucca
viale di accesso - Villa Montecatini B&B Camaiore

LA VILLA NEL '900

La villa Montecatini in particolare è stata oggetto di numerosi passaggi di proprietà anche esterni alla famiglia, infatti la ritroviamo nel 1922 di proprietà della società Bertolli di Lucca, dalla quale la acquistano Cesare e Silvio Graziani nel 1929.

Soltanto a Cesare Graziani è segnata la planimetria del 1940 del nuovo catasto edilizio urbano.

Durante l’ultima guerra mondiale la proprietà fu confiscata alla famiglia che dovette subire lo sfollamento altrove e la villa divenne sede del comando nazista che si rese poi artefice dell’ eccidio di S.Anna di Stazzema e della strage della Certosa di Lucca, nello stesso periodo all’interno del frantoio adiacente la villa era stata allestita una sala di tortura per prigionieri politici.

Tornata poi nelle mani della famiglia Graziani nel dopoguerra fu Silvio Graziani a risiedere nella villa adibita a casa padronale di una importante azienda agricola che si estendeve su gran parte del territorio del comune di Camaiore.

Nel 1959 eredita la proprietà Giuliana Graziani, utima discendente di questo ramo della famiglia, la quale sposato nel 1961 Benito Bartolomei trasferisce a Nocchi la residenza della famiglia e trasforma la villa come si può ammirare oggi in una lussuosa residenza privata.

Successivamente adibita dai figli a residenza di lusso per vacanze con suites ampie e arredate con mobili d’epoca e appartamenti con kitchenette a disposizione dei molti turisti che amano vivere una vacanza di relax a due passi dal mare e vicino a luoghi ricchi d’arte e di tradizioni, senza dimenticare la vita notturna della famosa Versilia.


Notice: Undefined variable: sub_head in /home/villamontecatini/public_html/wp-content/themes/hillter/awe_shortcode/shortcode/awe_special_heading.php on line 155

LA VILLA IN NUMERI

7 Appartamenti e Suites
12000 PARCO MQ
162 PISCINA MQ
2000 GIARDINO ALL'ITALIANA MQ